SACRAMENTO KINGS-GOLDEN STATE WARRIORS 114-113 | Sacramento la spunta nel finale e lo fa con un canestro sulla sirena di Kyle Guy, che diventa così l’eroe di una partita in cui ha comunque brillato in tutti i 21 minuti concessigli da coach Luke Walton: per il secondo anno da Virginia 20 punti alla fine con 7/11 al tiro e 6 triple a segno. È lui il miglior marcatore dei Kings, che hanno anche 18 punti da Buddy Hield e 17 da De’Aaron Fox.

Finché è stato in campo, però, è stata la partita di Steph Curry, che segna 3 triple nei primi 5 minuti di gara spingendo gli Warriors sul 15-6. Per il n°30 di Golden State alla fine ci sono 29 punti in 28 minuti con 5/13 dalla lunga distanza, miglior marcatore di una partita che vede brillare anche Marquese Chriss dalla panchina, autore di 17 punti e 9 rimbalzi con 7/11 dal campo in 19 minuti. Ce ne sono 12 a testa per Oubre e Wiggins.

Arrivano anche i primi due punti in carriera nella NBA per Nico Mannion, che resta in campo 14 minutitira solo 1/5 ma chiude però la sua gara con un ottimo +13 di plus/minus, contribuendo con 4 assist, 3 rimbalzi e 2 recuperi. Un impatto comunque positivo per l’azzurro degli Warriors in attesa che il tiro cominci a entrare con più regolarità

Fonte: Sky Sport