Dopo mesi di incertezza, di partite rinviate e di contagi fuori dall’uscio della porta NBA, la pandemia da COVID-19 negli Stati Uniti sta rientrando e permettendo così alla lega di programmare anche le attività legate al Draft 2021. Nonostante la NBA cercherà in ogni modo di anticipare il termine della stagione per non accavallarsi con i Giochi Olimpici di Tokyo 2021, appare evidente ormai che almeno la selezione dei giovani talenti ricadrà nella prima settimana della manifestazione internazionale a cinque cerchi: il Draft 2021 infatti è programmato per il 29 luglio, con la Lottery fissata al 22 giugno – giorno in cui si scoprirà l’ordine di chiamata in base al risultato ottenuto in regular season. Dal 21 al 27 giugno invece le franchigia NBA potranno visionare i giovani talenti – le cosiddette Draft Combine – per valutare e capire su chi puntare. La logica secondo la quale questi eventi verranno tenuti non è stata ancora comunicata (se in presenza o a distanza), ma la speranza è quella di tenerli in palestra in giro per USA come sempre accaduto fino al 2019. Un ritorno alla normalità che la NBA spera di poter confermare più in avanti nel corso della stagione, nella speranza che la vaccinazione continui a produrre l’effetto sperato.

Fonte: Sky Sport – Sky.it