Lega Pro: Alessandra Borgonovo eletta presidente

Una svolta di genere ha interessato il campionato di Lega Pro italiano. Per la prima volta, infatti, sarà una donna a ricoprire una carica federale importante; e non una carica qualsiasi.

Alessandra Borgonovo, figlia dell’indimenticato Stefano, è stata infatti eletta vicepresidente della Lega Pro, insieme con Mauro Grimaldi.

Questa rappresenta un vero e proprio nuovo punto di partenza per la ex Serie C. Si punta inoltre a svecchiare un sistema che, per molti addetti ai lavori, deve subire una ristrutturazione a 360°.

La figlia venticinquenne dell’ex stella di Milan e Fiorentina, scomparso alcuni anni fa a causa della SLA a soli 49 anni, sa bene che la sua candidatura è stata fatta senza troppe pretese. Alessandra, dal canto suo, ha ammesso di avere già in mente alcune strategie per migliorare il movimento calcistico italiano, ripartendo dai settori giovanili e dal recupero dei valori genuini propri dello sport.

Insieme alla Borgonovo è stato eletto Stefano Rosso, il presidente del colosso del’abbigliamento Diesel. Rosso ricoprirà il ruolo di consigliere.

Alessandra, in primis, ha ringraziato il presidente Gravina per l’opportunità che le ha concesso. La dedica fina, però, ovviamente è stata per il padre Stefano e la madre Chanel che, negli anni, ha dato vita alla cosiddetta Fondazione Borgonovo.

Sulla questione della malattia che ha colpito il padre si è femrata in particolare, anche dopo la notizia della recente scomparsa, per la medesima causa, dell’ex calciatore Paolo List. La Borgonovo si è detta determinata a cercare, in tutti i modi, di sconfiggere una malattia grave come la SLA.